orciaristefaniapsicoterapeuta.it - Psicoterapeuta-Psicologo-Pesaro-e-Urbino-Stefania-Orciari / Patologie  / I nostri polmoni respirano al 50% anche grazie alle alghe! L’altro 50% di ossigeno ci proviene dagli alberi.

I nostri polmoni respirano al 50% anche grazie alle alghe! L’altro 50% di ossigeno ci proviene dagli alberi.

Noi esseri umani respiriamo l’aria circostante dal momento della nascita ma non diamo molto spesso la giusta importanza a questa funzione vitale. Coloro che purtroppo sono stati intubati a causa del Covid recente, o persone che sono affette da patologie respiratorie più o meno croniche hanno compreso, comprendono, quanto l’ossigeno, la respirazione polmonare, sia determinante per la nostra sopravvivenza umana, riconoscendo ulteriormente quanto sia una delle cose più belle e importanti, indispensabili, per noi esseri umani.

Quando respiriamo immettiamo ossigeno nei nostri polmoni.

Non tutti sanno che la metà dell’ossigeno che c’è nel nostro pianeta proviene dalla profondità del mare. L’altra metà proviene invece dalle piante che sono sopra la superficie terrestre, dalla terraferma. Se possiamo quindi respirare lo dobbiamo a dei microrganismi che popolano il mare: dobbiamo cioè ringraziare il fitoplancton. Essi sono microrganismi che assorbono energia solare con il processo della fotosintesi ed attraverso questo processo rilasciano l’ossigeno, cioè il 50% circa dell’ossigeno sul pianeta. Per quanto riguarda il fitoplancton dobbiamo ringraziare in particolare un tipo di cianobatteri o “alghe azzurre”, cioè il proclorococco.

I cianobatteri, chiamati ora impropriamente anche “alghe azzurre”, sono batteri fotosintetici.

Fortunatamente per noi umani, pur essendo un organismo piccolissimo, si ipotizza che siano comunque gli organismi fotosintetici più abbondanti della terra!

I primi esemplari furono isolati da dei campioni d’acqua nel mare dei Sargassi nel 1986. Se respiriamo lo dobbiamo quindi al 50% al proclorococco.

Una forma di vita antichissima che ci fornisce ugualmente ossigeno è l’alga Spirulina che appartiene anche essa ai cianobatteri. E’ composta da organismi monocellulari. Vive in acque dolci alcaline e calde, ed utilizza l’energia del sole consumando anidride carbonica e liberando ossigeno. Il nome “Spirulina” deriva dalla sua caratteristica struttura a spirale che è visibile solo al microscopio, viste le sue dimensioni ridotte. È un’alga di acqua dolce dal colore verde-azzurro delle dimensioni massime di mezzo centimetro. 

Oltre a fornire ossigeno per i nostri polmoni è utile in ambito medico, ha delle proprietà nutrienti, tonificanti e ricostituenti, può favorire la salute del sistema cardiovascolare grazie all’azione di omega 3 e omega 6.

Tra gli esercizi di rilassamento neuromuscolare del training autogeno vi è anche l’esercizio del respiro che ha lo scopo di portare ad una normalizzazione della funzione respiratoria, portando quindi ad una maggiore serenità all’ interno dell’individuo.

No Comments

Post a Comment